RC Auto, autovelox e tutor per il controllo dell’assicurazione: l’emendamento della Legge di Stabilità.

Nuovi ed incisivi sviluppi per quanto riguarda il rispetto del codice della strada e le relative coperture economiche riguardanti il possesso di un’auto. D’ora in avanti, infatti, l’RC Auto verrà controllata ed analizzata da autovelox e tutor stradali non appena il veicolo in questione passerà attraverso il loro raggio d’azione. Il provvedimento in questione mira a colpire coloro che violano un simile obbligo economico a tutela del guidatore e della sua incolumità, e contribuisce ad evitare quelle ingenti perdite finanziarie che, il più delle volte, costringono le compagnie assicurative ad aumentare i loro tariffari standard. Una manovra, quindi, indispensabile, che a lungo andare porterà sicuramente i frutti sperati.

RC Auto, i dettagli dell’emendamento della Legge di Stabilità

Il controllo automatizzato dell’RC Auto mediante gli autovelox e i tutor stradali investirà anche il campo delle revisioni automobilistiche, una prassi indispensabile per certificare lo stato di salute dell’auto e delle sue principali componenti meccaniche. Questa nuova tipologia di rilevamento veloce è contenuto all’interno di un emendamento della Legge di Stabilità firmato da Sergio Boccadutri del Pd ed approvato in commissione Bilancio alla Camera. Lo “street control” made in Italy ha una veste pratica ed incisiva volta a scongiurare i pericoli e i rischi per guidatori e pedoni sparsi, spesso vittime di episodi alquanto incresciosi in grado di minare la loro sicurezza personale. Un adeguamento, quindi, necessario, teso a porre l’Italia in linea con gli attuali standard europei e a uniformare una pratica assicurativa e revisionale con le ultime tecnologie del settore.

Autovelox, tutor e non solo per il controllo dell’assicurazione  

Grazie a questa nuova misura contenuta all’interno della Legge di Stabilità, non sarà più necessario esporre il contrassegno assicurativo che conferma la corretta stipulazione dell’RC Auto presso una delle innumerevoli compagnie assicurative presenti sul territorio nazionale. Ad ogni modo, questa tecnologia interesserà anche le telecamere posizionate nelle zone a traffico limitato, che saranno a loro volta in grado di individuare il possibile trasgressore, e di comminare le eventuali sanzioni amministrative, mediante il riconoscimento del numero di targa. Tra l’altro, la dematerializzazione dell’RC Auto è un processo che ha snellito di gran lunga le pratiche burocratiche ed amministrative della Motorizzazione Civile relative al possesso o meno di una determinata copertura assicurativa, poiché superate da un sistema digitale tempestivo e aggiornato in tempo reale. Ad ogni modo, anche l’automobilista può controllare lo stato della propria RC Auto consultando il portale dell’automobilista o scaricando l’app iPatente, un modo semplice e maneggevole per non perdere mai di vista scadenze, rinnovi e quant’altro legato alla corretta stipulazione di un’RC Auto. Tanti soluzioni e numerose iniziative per eliminare, una volta per tutte, la terribile piaga dei trasgressori, i quali, secondo Ania, ammontano a circa 3,5 milioni. Una cifra a dir poco preoccupante